ITA | ENG

Uva, delizia e salute in un grappolo (o in una torta)

L’uva, (genere Vitis), è un genere di circa 60-80 specie di piante rampicanti della famiglia delle Vitaceae, originarie della zona temperata settentrionale, comprese le varietà che possono essere consumate come frutta da tavola, essiccate per produrre uva passa o schiacciate per fare succo d’uva o vino. 

L’uva è solitamente una vite legnosa, che si arrampica per mezzo di viticci (rami modificati) e quando non è allevata raggiunge spesso una lunghezza di 17 metri o più. Nelle regioni aride può formare un arbusto quasi eretto. Le foglie commestibili sono alterne, palmate lobate e sempre dentate. Piccoli fiori verdastri, a grappolo, precedono il frutto, che varia di colore dal quasi nero al verde, al rosso e all’ambra. Botanicamente, il frutto è una bacca, più o meno globosa, con una polpa succosa di nella si trovano i semi. In molte varietà il frutto sviluppa un rivestimento polverulento biancastro, o fioritura. 

L’uva contiene minerali come calcio e fosforo ed è una fonte di vitamina A. Tutte le uve contengono zucchero (glucosio e fruttosio) in quantità variabili a seconda della varietà. Quelli che hanno più glucosio sono le più facilmente fermentabili. 

Addomesticamento e storia 

La Vitis vinifera, la specie più comunemente usata nella vinificazione, è stata coltivata con successo nel Vecchio Mondo per migliaia di anni. Foglie di vite fossilizzate, pezzi di gambo e semi portati alla luce dai depositi di Neogene e Paleogene (di circa 2,58-66 milioni di anni) nell’emisfero settentrionale indicano la lunga esistenza e l’ampia distribuzione dei membri del genere. 

La coltivazione della vite, o viticoltura, è antica quasi quanto la civiltà. I dettagli della produzione di uva e vino figuravano nei geroglifici della 4a (2400 aC), 17a e 18a dinastia egizia. Secondo la Bibbia, Noè piantò una vigna. Al tempo di Omero, il vino era un bene comune presso i Greci. I Fenici portarono l’uva in Francia intorno al 600 a.C. I romani piantarono uva nella valle del Reno non più tardi del II secolo d.C.. Plinio il Vecchio descrisse 91 varietà di uva, distinse 50 tipi di vini e descrisse i metodi di allevamento della vite. In concomitanza con la diffusione della cultura dell’uva verso ovest, l’uva fu spostata nell’Asia orientale attraverso l’India. Con la colonizzazione di nuove terre, l’uva è stata portata con sé, tanto che ora è coltivata in tutti i continenti e le isole dove il clima è favorevole. 

Profilo nutrizionale dell’uva 

Una porzione da 80 g di uva (verde) fornisce: 

50 Kcal/210 KJ 

0,6 g di proteine 

0,2 g di grasso 

12,2 g di carboidrati 

12,2 g di zuccheri 

Fibra da 1,0 g 

174 mg di potassio 

5 mcg di folato 

2mg Vit C 

I 5 principali benefici per la salute dell’uva 

L’uva è una fonte di composti naturali tra cui polifenoli, catechine e antociani. Oltre a fornire il pigmento per determinare il colore dell’uva, questi composti hanno proprietà antiossidanti protettive. In effetti, il succo d’uva è una delle fonti più ricche di composti fenolici tra i frutti, di cui il più discusso è il resveratrolo. 

L’uva fornisce sia fibre sia potassio, utili nel supporto della funzione cardiaca, compresa la pressione sanguigna. Si ritiene che anche i polifenoli dell’uva, tra cui resveratrolo e quercetina, siano utili al sistema cardiovascolare, proteggendolo dai danni infiammatori e ossidativi. 

I composti antiossidanti dell’uva, come il resveratrolo e due carotenoidi liposolubili chiamati luteina e zeaxantina, sono protettivi contro i raggi UV che possono danneggiare le delicate cellule dell’occhio. La luteina e la zeaxantina sono particolarmente utili in quanto sembrano proteggere la macula dell’occhio dagli effetti della luce blu di dispositivi come cellulari e tablet. 

Un piccolo studio ha riportato che bere 230 ml di succo d’uva viola sembrava migliorare il tempo di reazione e la calma, suggerendo che potrebbe aiutare l’umore e la velocità dell’elaborazione cognitiva.  

Tecnicamente, l’uva è un alimento zuccherino moderato che fornisce 15 g di carboidrati per 100 g. Poiché questi sono zuccheri presenti in natura al contrario degli zuccheri “liberi”, quando l’uva viene mangiata nella sua forma intera, può essere mangiata anche con una certa abbondanza. 

L’uva ha anche un basso indice glicemico, che è la misura della velocità con cui un alimento (se consumato da solo) aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, alcuni dei composti naturali dell’uva, come il resveratrolo, sembrano avere un effetto benefico sulla gestione della glicemia.

 

Deliziosi dolci a base di uva 

Torta del vignaiolo 

Ingredienti (qui la conversione fra misure americane e misure italiane) 

4 cucchiai di burro, fuso, più altro burro per la padella 

1 1/2 tazze di farina per tutti gli usi, più altra per la padella 

2 uova grandi, a temperatura ambiente 

2/3 tazza di zucchero semolato 

1/4 tazza di olio extravergine di oliva 

1/3 tazza di latte intero 

1/2 cucchiaino di puro estratto di vaniglia 

3/4 cucchiaino di lievito in polvere 

1 pizzico di sale marino 

Scorza grattugiata di 1 limone 

Scorza grattugiata di 1 arancia 

250 grammi di uva fresca 

Zucchero a velo, per guarnire 

Procedimento 

  1. Preriscaldare il forno a 170 gradi. Imburrare e infarinare generosamente uno stampo a cerniera da 23 cm, eliminando la farina in eccesso. Mettere da parte. 
  1. Nella ciotola di uno sbattitore elettrico munito di frusta, sbattere le uova e lo zucchero fino a ottenere un composto denso e color limone, circa 3 minuti. Aggiungere il burro fuso, l’olio d’oliva, il latte e l’estratto di vaniglia e mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. 
  1. Setacciare la farina, il lievito e il sale in una ciotola capiente. Aggiungere le scorze di limone e arancia e mescolare per ricoprire la scorza di farina. Versare il composto di scorza nella pastella e mescolare con un cucchiaio di legno fino a quando non sarà completamente amalgamato. Raschiare lungo i lati della ciotola e mescolare ancora una volta. Mettere da parte per 10 minuti, in modo che la farina assorba i liquidi. 
  1. Mescolare circa 3/4 dell’uva nella pastella. Versate l’impasto nella tortiera preparata e livellate la superficie con una spatola. 
  1. Mettete la teglia al centro del forno. Cuocere per 15 minuti, quindi cospargere la superficie della torta con l’uva rimanente. Cuocere fino a quando la superficie non sarà dorata e la torta sarà abbastanza soda quando viene pressata con la punta delle dita, circa 40 minuti in più, per un tempo totale di cottura di 55 minuti. Riporre su una griglia per raffreddare. Dopo 10 minuti, passare un coltello lungo i lati della padella. Sfornare e togliere il lato dello stampo a cerniera, lasciando la torta sul fondo della teglia. Spolverizzare di zucchero a velo poco prima di servire. Servire a temperatura ambiente, tagliato a spicchi sottili. 

Torta all’uva con streusel di nocciole 

Ingredienti 

Per 20 porzioni 

1/2 tazza (1 bastoncino) di burro a temperatura ambiente, tagliato in pezzi da 2 cm. circa, più 6 cucchiai di burro fuso, più altro per la padella 

2 1/2 tazze di farina per tutti gli usi, divisa, più altra per la padella 

1 3/4 tazze di nocciole con la pelle 

3 cucchiai zucchero di canna scuro 

1 1/2 tazze più 3 cucchiai di zucchero granulare 

1 cucchiaino di sale  

1 cucchiaino di scorza di limone finemente grattugiata 

2 uova grandi 

1 cucchiaio di estratto di vaniglia 

2 1/4 cucchiaini di lievito in polvere 

1 tazza di yogurt bianco intero (non greco) 

600 gr. di uva senza semi, anche mixata 

Procedimento 

  1. Preriscaldare il forno a 170 gradi. Imburrare una teglia da 33×23. Spolverare leggermente la padella con la farina, eliminando l’eccesso. Tostare le nocciole su una teglia bordata, girandole una volta, fino a doratura, 10-12 minuti. Avvolgere le nocciole in un canovaccio e strofinare energicamente per rimuovere la buccia. Far raffreddare. 
  1. Trasferire 1 tazza di nocciole in una ciotola media (riserva le nocciole rimanenti per la torta). Aggiungere lo zucchero di canna, 1/2 tazza di farina, 3 cucchiai di zucchero semolato. Salare e mescolare per unire. Usando una forchetta, mescolare 6 cucchiai di burro fuso fino a quando non è ben amalgamato; mettere da parte lo streusel. 
  1. Frullare 3/4 di tazza di nocciole e rimanenti 1 1/2 tazze di zucchero semolato in un robot da cucina fino a quando le noci non saranno macinate finemente. Aggiungere la scorza di limone e il restante 1/2 tazza di burro a temperatura ambiente e frullare fino a ottenere un composto omogeneo, per circa 1 minuto. Aggiungere le uova una alla volta, raschiando i lati della ciotola se necessario. Aggiungere la vaniglia e frullare solo per unire. 
  1. Sbattere il lievito e le restanti 2 tazze di farina e 3/4 cucchiaini di sale in una ciotola media. Frullare metà degli ingredienti secchi per unire, quindi frullare lo yogurt. Frullare gli ingredienti secchi rimanenti fino a quando non sono appena amalgamati. 
  1. Trasferire la pastella nella padella preparata; parte superiore liscia. Cospargete con tre quarti d’uva. Completare con lo streusel, quindi cospargere con l’uva rimanente. Cuocere la torta in una teglia bordata fino a quando uno stecchino inserito al centro non esce con le briciole umide attaccate, 50-60 minuti. Trasferite la torta su una gratella e fate raffreddare. 

Torta Di Uva Viola Fresca Italiana 

Ingredienti 

⅔ tazza di zucchero bianco 

2 uova 

⅓ tazza di latte 

¼ tazza di olio extravergine di oliva 

4 cucchiai di burro non salato, sciolto 

½ cucchiaino di estratto di vaniglia 

1 ½ tazza di farina per tutti gli usi 

¾ cucchiaino di lievito in polvere 

1 pizzico di sale 

2 cucchiai di scorza di limone grattugiata 

2 cucchiai di scorza d’arancia grattugiata 

250 gr. di uva rotonda nera, preferibilmente moscato d’Amburgo 

Preparazione 

  1. Preriscaldare il forno a 175 gradi C. Imburrare e infarinare generosamente uno stampo a cerniera da 23 cm, eliminando la farina in eccesso. 
  1. Sbattere lo zucchero e le uova nella ciotola di una planetaria munita di frusta fino ad ottenere una crema densa e color limone, per circa 3 minuti. Aggiungere il latte, l’olio d’oliva, il burro fuso e la vaniglia; mescolare fino a quando non si sarà amalgamato. 
  1. Setacciare la farina, il lievito e il sale in una ciotola capiente. Aggiungere la scorza di limone e la scorza d’arancia e mescolare fino a ricoprire di farina. 
  1. Versare il composto di farina negli ingredienti umidi; mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando non sarà ben amalgamato. Raschiare lungo i lati della ciotola e mescolare ancora una volta. Lasciar riposare per 10 minuti in modo che la farina assorba i liquidi. 
  1. Aggiungere gli acini d’uva alla pastella; mescolare per incorporare. Versate l’impasto nella tortiera preparata e livellate la superficie con una spatola. Mettere da parte l’uva rimanente. 
  1. Cuocere la torta al centro del forno preriscaldato per 15 minuti. Sfornare e cospargere sopra l’uva riservata. 
  1. Rimettere in forno e cuoci fino a quando la parte superiore non sarà di un bel marrone dorato e la torta si sente abbastanza soda quando viene pressata con la punta delle dita, circa altri 40 minuti. 
  1. Sfornare e far raffreddare su una griglia per 10 minuti. Passare un coltello lungo i lati della teglia per staccare la torta. Sformare e togliere il lato dello stampo a cerniera, lasciando la torta sul fondo della teglia. Lasciar raffreddare a temperatura ambiente. Tagliare a spicchi sottili per servire. 

Condividi news

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp