ITA | ENG

Riciclo creativo: uno stile di vita – parte 2

Nella prima puntata di questo viaggio nel riciclo creativo abbiamo visto le origini di questa pratica. Ora vogliamo proporvi alcuni materiali e alcuni oggetti che potrete realizzare con facilità. 

Riciclo creativo: le bottiglie di plastica 

È un oggetto molto utilizzato per il riciclo creativo. 

Innanzitutto, la disponibilità di bottiglie di plastica è, purtroppo, praticamente infinita. 

La plastica di queste bottiglie è uno dei principali problemi del pianeta, perché spesso non vengono riciclate ma abbandonate in mare o nell’ambiente in generale e impiegano circa 500 anni per degradarsi. 

Con il riciclo creativo, invece, è possibile far sì che le bottiglie diventino un nuovo oggetto. Molti costruiscono vasi per fiori, porta sacchetti, lampade e candelabri, portaposate e colorati centrotavola. Ma esistono progetti più ambiziosi come gli Ecobrick, ovvero contenitori di platica riempiti di contenitori di plastica sino ad arrivare ad una massa di una certa consistenza e pressione usata in edilizia. 

Riutilizzare gli pneumatici 

Gli pneumatici possono essere un grosso problema quando si tratta di gestione dei rifiuti e riciclaggio. Esistono invece modi fai da te per riciclare vecchi pneumatici per auto, moto o biciclette, ed evitare di inquinare l’ambiente trasformandoli in vasi per fiori, sgabelli, sedute. 

La maggior parte degli studi indica che gli pneumatici rilasciano lentamente sostanze chimiche tossiche nell’ambiente circostante; tuttavia, si tratta di effetti a lungo termine quando gli pneumatici sono esposti agli elementi: certo non sono adatti per coltivarvi piante commestibili, ma sono perfetti per creare giardini rampicanti per i fiori decorativi, specialmente se accuratamente ricoperti con pitture che li rendano “inattivi”. Infatti, per originali aiuole e fioriere per il giardino basterà dipingere i vecchi pneumatici di un bel colore allegro e luminoso, che si abbinerà ai coloratissimi fiori. 

Come nel caso dei pallet, elementi completamente estranei all’uso domestico entrano nelle nostre case, locali, negozi, giardini, uffici grazie al riuso creativo. 

POUF

La forma circolare rende semplice trasformarli in sedie e sedute più ampie da rifinire in modo colorato e molto confortevole con cuscini e gommapiuma. Parliamo, per esempio, dei bellissimi pouf che si possono ricavare da una coppia di pneumatici. 

Il procedimento è piuttosto semplice: basta posizionare i due pneumatici uno sopra l’altro e con un trapano praticare dei fori per il fissaggio di viti lunghe, da bloccare con dei dadi, per rendere più solida la struttura. La gomma poi colorata vivacemente, in linea con lo stile del resto della casa o dell’ambiente. La struttura va ovviamente completata attaccando un cuscino di gommapiuma a un cerchio di compensato, da rivestire con un tessuto o un materiale a scelta, da fissare alle gomme con colla biadesiva. 

Si può, con lo stesso procedimento, creare un tavolino e, al posto del cuscino, realizzare il piano d’appoggio con una lastra di vetro, un foglio di legno o anche uno specchio, da incollare alla struttura dello pneumatico. 

LETTO PER CANI

Se hai un cane o un gatto, puoi trasformare le gomme in un comodo letto. La struttura è semplice. Infatti, basta avere una gomma, lavata e verniciata a proprio piacimento, da chiudere in basso con un foglio di compensato, e riempire con un bel cuscinone rotondo, ricavato, magari, da una vecchia coperta di lana o di pile. 

FIORIERA DA GIARDINO

Per creare una curiosa fioriera da giardino, basta lavare le gomme, dipingerle, e inserirvi dentro i vasetti. Oppure appenderle al muro, inserendo i vasetti solo nella parte bassa, magari allineandoli, per un maggior equilibrio, su una “mensola” in legno” da inserire nella gomma. Per questa creazione sono particolarmente indicati i fiori con steli semi lunghi ma anche un mix di fiori bassi e fiori alti si staglierà in modo molto decorativo contro la parte superiore della gomma, che farà, in un certo senso, da cornice.  

Riciclo creativo, i pallets 

Le piattaforme di legno che vengono utilizzate per il trasporto di elettrodomestici e altri beni pesanti: guardiamoli per quello che sono, cioè legno gratis o a prezzi minimi. Possono essere utilizzati interi o smontati per creare una moltitudine di oggetti come tavoli, letti, fioriere o schienali per piante rampicanti. Persino per recinzioni fiorite. Trovarli non è difficile, abbandonati nelle aree industriali, ma si possono anche chiedere direttamente ai centri commerciali e ai grossisti.  

Solitamente i pallet “abbandonati” non sono in perfette condizioni. Infatti, a causa dei carichi pesanti che trasportano, possono danneggiarsi, ma con il legno tutto è possibile: al più sarà un po’ più complesso dargli un bell’aspetto.  

MOBILI COI PALLET

In rete ci sono tanti spunti da seguire per imparare a riciclare i bancali, sia per i più esperti sia per i meno esperti, per chi ha più possibilità, più manualità e ancora più tempo a disposizione o per chi, senza particolari abilità da bricoleur, vuole solo dare un tocco di originalità alla propria casa con qualcosa di semplice ed ecologico.  

Il pallet è uno degli oggetti più versatili per il riciclo creativo ma prima di utilizzarlo va un po’ “trattato”, visto che normalmente è di legno grezzo. 

Quando prendete un pallet per trasformarlo in qualcosa di creativo, assicuratevi che non ci siano marchi o sigle o, se è segnato, che ci sia la dicitura DB-HT, in questo caso può essere usato tranquillamente perché significa che è stato trattato termicamente e non chimicamente.  

Questo fattore è molto importante se si decide di utilizzarli in casa per creare mobili e sedute, qualcosa, quindi, con cui saremo a lungo e stretto contatto.   

Preparare i pallet per il riciclo  

Prima di tutto dobbiamo preparare il pallet: a volte, a seconda di cosa vogliamo creare, dobbiamo smontare i vari pezzi. Niente di complicato, solo un po’ di manualità.  

Se volete colorarlo, è bene passare una mano di cementite, una base speciale per legno, in modo che il colore non venga assorbito e rimanga brillante e corposo.  

Una volta data la cementite, è bene passare della carta vetrata fine per levigare la superficie, generalmente ruvida.  

Anche se si vuole utilizzare il pallet al naturale è importante carteggiarlo bene per evitare spiacevoli schegge, e dargli comunque una mano di flatting trasparente ad acqua. Normalmente i bancali sono di legno chiaro ma con il flatting, potrete farli del colore che preferite: ciliegio, noce, betulla.  

Una bella alternativa per decorare il pallet può essere utilizzare tecniche alternative come il decoupage, lo scrapbooking o la tintura con the o caffè.  

Dopo aver spiegato come preparare questo materiale per il riciclo creativo, vediamo qualche esempio di realizzazione:  

FIORIERA

È uno degli usi classici di questo materiale: perfetto per il balcone, il terrazzo o il giardino, il portavasi è un oggetto facile da costruire e bello da vedere. Può essere realizzato sia in orizzontale sia in verticale, per gli spazi ridotti.  

PARETE DIVISORIA

Un altro uso creativo del pallet è provare a creare un muro divisorio. Per costruirlo bisogna prima procurarsi quattro piattaforme, da cui rimuovere la parte sottostante. Dopo averle verniciate, vanno fissate due su due tramite cerniere e poi personalizzate secondo i gusti.  

TAVOLINO DA CAFFE’

È sicuramente uno degli utilizzi più comuni dei vecchi bancali, ridecorati e trattati. I tavolini, magari con l’aggiunta di ruote, completano un soggiorno in stile industriale e sono perfetti per i loft.  

TAVOLINO DA GIARDINO

Variante del tavolino basso, il tavolo alto da giardino (o terrazzo) è ottimo per sorseggiare tè o caffè in compagnia. Creare questo tipo di tavolo è davvero molto semplice e basta allineare più bancali uno sopra l’altro!  

PORTAOGGETTI DA PARETE

Un progetto molto semplice da realizzare e funzionale per una cucina in stile rustico, magari per una casa di campagna o una cucina da esterno, una scelta low cost per sostituire le classiche (e costose) mensole con una parete attrezzata in legno: si realizza facilmente con un pallet ben levigato e colorato, che vi offrirà diversi punti di appoggio o di sospensione.  

SCAFFALE CREATIVO

I bancali, in verticale, possono formare una libreria versatile e divertente ma anche mensole, molto adatte alla cucina, al corridoio, al bagno.  

LETTO

Il vantaggio di un letto realizzato in pallet è l’altezza! Puoi scegliere quello che ti piace e soprattutto puoi creare spazi per riporre oggetti come cuscini, coperte, libri o scarpe.  

Condividi news

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp